Pier Giorgio Spanu, Università degli Studi di Sassari

A proposito di porti.
Ricerche di archeologia subacquea e dei paesaggi costieri nelle città portuali della Sardegna, della Sicilia e dell’Africa.

Funzionali alle attività commerciali, da sempre i porti e gli approdi naturali (e le città cui erano strettamente legati) sono stati anche luoghi privilegiati per gli scambi culturali, “aperti” non solo ai traffici di merci ma anche alla circolazione di idee. Attraverso questo mondo, fatto di marinai e mercanti, soldati e schiavi, predicatori e pellegrini, derrate alimentari e prodotti pregiati, divinità e santi chi arrivava era sempre ben atteso, perché recava con se qualcosa di indispensabile, qualcosa di diverso, qualcosa di nuovo…. E quelle città e quei porti, ma anche quei luoghi dove la conformazione naturale della costa garantiva un facile approdo erano privilegiati, perché all’arricchimento materiale si univa quello culturale.

Con queste premesse si vogliono presentare alcune ricerche di archeologia subacquea e di ricostruizione dei paesaggi costieri condotte in Sardegna, nelle isole minori della Sicilia e nel Nord Africa, spesso partecipi tra Antichità e Medioevo delle medesime vicende politiche e militari ma anche unite strettamente tra loro dalle rotte commerciali e dagli scambi culturali.

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM DI PIER GIORGIO SPANU

Docente di Archeologia Cristiana e Medievale presso l’Università degli Studi di Sassari e di Metodologia della ricerca archeologica subacquea alla Scuola di Specializzazione del medesimo Ateneo (sede di Oristano), ha diretto numerosi scavi archeologici terrestri e subacquei e ricerche territoriali in Sardegna, Sicilia, Isole Baleari, Marocco e Tunisia.

è Autore di oltre 160 contributi a stampa, comprese alcune monografie. I suoi interessi di ricerca sono rivolti soprattutto alla storia e all’Archeologia della Tarda Antichità e dell’Alto Medioevo, all’Archeologia dei paesaggi, con particolare attenzione ai territori costieri e alle piccole isole, all’Archeologia subacquea.

Ha preso parte a diversi progetti di cooperazione internazionale.