La cultura del cibo e le culture nel cibo: la cucina siciliana tra Arabi, Normanni e Svevi alla luce delle indagini archeobotaniche

Il cibo, oggi più che mai, è un prodotto culturale: i piatti e gli ingredienti, le modalità di preparazione ed i modi di consumare e condividere le pietanze, rappresentano l’espressione più immediata della cultura di una comunità. Ma il cibo spesso è il frutto dell’incontro di culture diverse che, nei secoli, con le loro diverse identità, hanno contribuito a plasmare la nostra.

Il seminario presenta le scoperte effettuate dal Laboratorio di Archeobotanica e Paleoecologia dell’Università del Salento in alcuni scavi medievali Siciliani, all’interno del progetto europeo “SIC-TRANSIT – The Archaeology of Regime Chenge: Sicily in Transition”  in collaborazione con l’Università di York e di Roma Tor Vergata.

I resti di semi e di frutti antichi provenienti da contesti archeologici arabi, normanni e svevi consentono infatti di ricostruire la storia della cucina siciliana fino a scoprire che le radici dell’identità culinaria siciliana odierna sono molto antiche ed hanno il sapore di tante culture.